Piango lacrime di sconfitta

Piango  una ferita auto inflitta

Piango perché ci  penso

Mi rigiro e cerco un senso

Piango per tutto quel che sento

Piango ma do la colpa al vento

Piango per la sabbia negli occhi

Anche senza il mare, sciocchi

Per il mare che ho nel petto

Per quel sogno che non smetto

quando inizia un altro giorno

quando conto i passi del ritorno

piango per il mio dolore

piango per un buon odore

il profumo di papà sulle scale

piango per tutto questo male

piango un tempo sprecato

e i miei studi da avvocato

piango di stanchezza infinita

piango perché sono sfinita

piango e invento la bugia

del polline e dell’allergia

piango per lo scrittore

piango un antico amore

e tu non esserne geloso

ho scelto te come sposo

ma piango ciò che ho buttato

senza averlo ben differenziato

piango e non me ne curo

ho dalla mia lo sguardo scuro

con una mano porto via

il mascara ma non la malinconia

come velo che protegge

questi miei sogni fuorilegge

di raccontare la vita come viene

come il sangue fuori dalle vene

piango ogni mio oscuro abisso

piango piango e mi ci fisso

piango lo scrittore così bello

le sue parole dolce fardello

piango il suo talento che non ho

piango piango ancora un po’

ancora una attimo prometto

poi mi asciugo e smetto

piango una lacrima di nascosto

ma prima di sera metto a posto

tutte le carte sulla scrivania

spengo la luce e vado via.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...